GLI F35 E LA SINISTRA

Angelo in conferenza  disoccupati (1)  F-35A_flight_(cropped)

La disputa sugli F35 – ha dichiarato Angelo Sollazzo del PSI – deve vedere compatta e determinata la sinistra italiana per un rifiuto netto all’acquisto dei costosissimi aerei cacciabombardieri.
Oltre due anni orsono , in seno alla Segreteria del Partito, sollevai la questione con qualche consenso e molti dissensi. Ora come allora mi preme ricordare che si tratta di aerei per bombardare non per difendere, che il costo è elevatissimo, circa 200 milioni ad aereo, e che la ricaduta sul piano occupazionale è irrisoria.

Un Paese in una gravissima crisi economica che vede salire paurosamente il numero dei poveri, non può permettersi di spendere miliardi di euro per macchine da guerra. Chi dovremmo bombardare noi italiani? Contro chi dovremmo difenderci? In questo difficile momento è, invece, necessario rimeditare i costi delle nostre missioni militari all’estero. L’Afghanistan ci è già costato quattro miliardi di euro, le missioni nei vari Paesi ci costano circa due miliardi all’anno, mentre diminuiscono i servizi e si continua a chiedere sacrifici ai cittadini. La politica dei risparmi dovrebbe cominciare proprio dalle spese militari.

La sinistra italiana è stata sempre pacifista e contro ogni tipo di guerra. I socialisti- ha concluso Sollazzo- devono impegnarsi per evitare ogni mutazione genetica dei valori fondamentali della sinistra e del socialismo.

Angelo Sollazzo

24 aprile 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...