LA FESTA E’ GIA’ FINITA. I CONTI SBALLATI DI RENZI E SOCI.

sollazzo a  elezioni-voto  renzi (2)

In politica si può anche esagerare, coprire gli errori o tentare di nascondere la realtà, ma mistificare sui conti è impossibile. Il timoniere Renzi le tenta tutte.
Il voto delle elezioni regionali rappresenta una realtà diversa da quella predicata dal Nostro. Il PD ha perso due milioni di voti ed è stato sconfitto in una delle Regioni simbolo della sinistra, la Liguria, in altre l’ha spuntata per un soffio. Ci vuole una bella faccia di zolla per affermare che il risultato è stato positivo e soprattutto in presenza di un’astensionismo spaventoso. Dopo un anno di Governo Renzi quasi la metà del corpo elettorale non va al voto, in altri tempi le dimissioni del Governo sarebbero state cosa scontata, invece si fa finta di nulla. I soliti annunci alla Vanna Marchi sul cambiare l’Italia, facendo riforme astruse, incostituzionali e spesso inutili. Di parlare di riforme strutturali vere, di attacco al debito pubblico, di istituzione di una patrimoniale sugli altissimi redditi e sulle rendite parassitarie ed assenteiste, di nuova e vera occupazione, di lotta all’evasione fiscale con mezzi appropriati, di far pagare le tasse al Vaticano, non è affar suo. Viene presentato come sintomo di ripresa la rimodulazione delle assunzioni, particolarmente conveniente per i datori di lavoro, mentre la disoccupazione morde ed i salari restano ai minimi. Sconcerta anche l’analisi elettorale in casa socialista. Si passa da dieci a quattro consiglieri regionali, gli eletti non devono ringraziare il progetto politico nazionale che non c’è, spesso è fluttuante e contraddittorio, ma la loro azione incisiva sul territorio. Onore al merito, ed apprezzamento per i compagni che si sono candidati ed hanno lottato in una situazione tanto difficile. Il risultato, poi, nella Regione del Segretario Nazionale è stato disastroso.
Appiattirsi prima su Bersani, poi su Letta, quindi su Renzi ci ha fatto sparire anche dai sondaggi. Che deve succedere di più?

Angelo Sollazzo

4 giugno 2015


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...